Banksy&Friends: l’arte della ribellione

Banksy&Friends: l’arte della ribellione è la mostra che racconta la contemporaneità attraverso gli occhi di alcuni tra i più influenti artisti viventi della street art molto famosa, nota come post-graffiti e guerrilla art.

Dal 24 aprile al 15 settembre, nelle sale del JMuseo di Jesolo, sono esposte oltre 90 opere di artisti amatissimi come Banksy, Jago, TvBoy ma anche di altri nomi celebri e conosciuti a livello internazionale: da Liu Bolin, David LaChapelle, Takashi Murakami, Mr Brainwash, Obey fino ai noti italiani Angelo Accardi, LAIKA, MaPo, Laurina Paperina, PAU, Nello Petrucci, Andrea Ravo Mattoni, Rizek e Giuseppe Veneziano.

L’arte di Banksy, in particolare, si esprime nella dimensione stradale e pubblica dello spazio urbano. Le sue opere, eccentriche e incisive, fanno  riflettere sul sistema e sulla società in cui viviamo; sono un simbolo di lotta e di protesta in un mondo in cui spesso gli interessi economici prevalgono su quello che dovrebbe essere il bene delle collettività. L’alone di mistero che, per scelta e per necessità, si auto alimenta quando si parla della figura di Banksy lo fa diventare un vero e proprio mito dei nostri tempi.
La sua protesta visiva coinvolge un vastissimo ed eterogeneo pubblico e ne fa uno degli artisti più amati dalle giovani generazioni.

Curata da Piernicola Maria Di Iorio, la mostra è prodotta dal Comune di Jesolo e organizzata da Piuma e Arthemisia.

Visite guidate: il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 16.00 (per informazioni: jmuseo@coopculture.it).

Dove? Al JMuseo – Via Aldo Policek, 7 – 30016 – Jesolo