Cosa mangiare a Jesolo!

cosa mangiare a jesolo

Breve viaggio intorno all’enogastronomia di Jesolo e del Veneto orientale.

È attraverso i tuoi sensi che vivi al meglio una località durante la vacanza: respiri il profumo del mare, senti il calore della sabbia sotto i piedi, ascolti il suono delle onde, osservi paesaggi da ricordare. E ovviamente gusti i sapori che caratterizzano la destinazione del tuo viaggio!

Infatti, non c’è modo migliore di vivere un’esperienza autentica che assaggiare le specialità locali, scoprendo un piatto o un vino in grado di far gioire le tue papille gustative. Per questo motivo abbiamo preparato alcuni consigli su cosa mangiare qui a Jesolo durante la tua vacanza, sperando di sorprenderti con qualcosa di nuovo.

Piatti tipici del Veneto Orientale

  • Broéto: si tratta di un piatto povero, che nasce per l’appunto come brodo o zuppa di pesce. Inizialmente considerato un cibo di recupero, oggi rappresenta invece un’offerta culinaria da non perdere! Più che una zuppa assomiglia infatti ad uno stufato, accompagnato generalmente da una fetta di polenta, mentre la tipologia di pesce utilizzata cambia da città a città.
  • Sarde in saòr: un classico imperdibile a base di sardine fritte e cipolle in agrodolce. Pare che le origini di questo piatto siano legate alla necessità dei pescatori veneziani di conservare a lungo il cibo, dato che trascorrevano molto tempo in mare. Alle cipolle cotte con aceto e olio si sono aggiunti nel tempo altri due ingredienti, l’uva sultanina e i pinoli, che vengono utilizzati a piacere dello chef.
  • Schie: si tratta di piccoli gamberetti tipici della laguna di Venezia e del delta del Po, che possono essere lessati o, più spesso, fritti.  Le Schie vengono rigorosamente accompagnate dalla polenta bianca, che ha un sapore più delicato e una grana più fine rispetto a quella gialla.
  • Cannolicchi, canocchie e canestrelli: questi tre molluschi vengono spesso serviti insieme come antipasto misto, ma rappresentano anche un ottimo condimento per i primi. I cannolicchi qui sono più conosciuti come ‘cappelunghe’ e le canocchie come ‘cicale di mare’, mentre i canestrelli sono simili alle capesante, ma più piccoli.

Prodotti tipici di Jesolo

VeGAL, l’Ente di sviluppo dell’area orientale della città metropolitana di Venezia e del Veneto, ha identificato cinque prodotti tradizionali di Jesolo, che sono disponibili in diverse stagioni e ti consigliamo di cercare in negozi specializzati e agriturismi.

  • Pere del veneziano: la coltivazione nel veneto orientale di questo frutto si è diffusa massicciamente tra il 1920 e il 1930, e conta numerose tipologie, tra cui troviamo le principali: la “William” e le “William Rosse” (“Max Red Bartlett”), la “Kaiser” e la “Conference”. Grazie al clima asciutto e ventilato le pere possono vantare una buona qualità e un sapore particolarmente dolce, mentre il mare influenza una maturazione precoce.
  • Pesca bianca di Venezia: si tratta di una varietà molto delicata, che a partire dagli anni quaranta è stata spesso sostituita dalla pesca “triestina”, più semplice da coltivare. Se ti capitasse di essere qui in stagione, ti consigliamo di dare la caccia a questa rara tipologia di pesca rotonda, dal colore pallido e molto aromatica.
  • Miele di barena: si tratta di una vera rarità, perché la pianta da cui le api traggono il polline, la “Fiorella di barena”, cresce solo lungo le barene della laguna di Venezia. Questi terreni sabbioso-argillosi sono soggetti al moto ondoso del mare che le erode, pertanto la coltivazione di questo fiore risulta sempre più difficoltosa. Gli apicoltori però non si arrendono, e continuano a produrre questo meraviglioso miele dal sapore dolce con retrogusto balsamico.
  • Prodotti ittici delle valli da pesca venete: questo è un luogo veramente speciale, perché è insolito che in uno specchio d’acqua a fondale sabbioso esistano così tante specie di pesci differenti. Ciò avviene per un insieme di caratteristiche specifiche: dalla presenza di foci fluviali, isole, barene ad una salinità dell’acqua che varia dal 27% al 34%. Qui trovano casa orate, vongole, moeche, branzini e molto altro.
  • Farina di mais biancoperla: da questa si trae la polenta cremosa e delicata di cui abbiamo parlato più su, abbinabile a moeche, gamberi, baccalà… e chi più ne ha più ne metta!

Vini di Jesolo e del Veneto

Per quanto riguarda i vini, VeGAL riconosce un’altra produzione di eccellenza del territorio veneto: il Piave DOC. Questa certificazione viene data solo a vini la cui zona di produzione ricade nel bacino del Piave e che rispettano precisi requisiti e standard produttivi.

Le tipologie di uve sono differenti, e comprendono sia vini a bacca bianca che rossa.Oltre a questo DOC, il Consorzio Vini Venezia tutela altre quattro denominazioni: Venezia DOC, Lison Pramaggiore DOC, e le DOCG Lison e Malanotte. Da queste nascono vini come il Sauvignon, il Verduzzo, il Carmenère, il Raboso e molti altri.

E non dimentichiamoci quello che è uno dei più famosi spumanti italiani al mondo: il Prosecco! Non solo puoi gustarlo qui a Jesolo durante una cena o un aperitivo vista mare, ma a poco più di un’ora di macchina puoi raggiungere le Colline del Prosecco di Valdobbiadene e Conegliano, visitando paesaggi unici per la loro bellezza.

Concludiamo questo articolo lasciandoti il link ai ristoranti di Jesolo consigliati dalle principali guide del settore.

Buona vacanza e… buon appetito!